Guida ai domini


Un dominio (o più propriamente nome a dominio) è l´entità Internet di base, che permette di identificare univocamente un individuo, un´organizzazione o una struttura commerciale.
I nomi di dominio sono i nomi delle macchine presenti su Internet; corrispondono agli indirizzi IP che sono la struttura portante del traffico delle informazioni sulla Rete.
I domini sono strutturati gerarchicamente; esistono dei domini generali, detti domini di primo livello (o TLD, dall´inglese Top Level Domain), a loro volta divisi in due categorie:

  • gTLDs (global TLD), ossia i domini di uso generale (es. i vari .com, .net, .org, .edu), i primi ad essere stati creati ed
  • ccTLDs (country code TLD), cioè i domini regionali, associati ad una specifica nazione (in questo caso vengono utilizzate le lettere indicanti la nazione, es. .it, .uk, .es etc...)

Ad ogni dominio di primo livello possono essere associati altri domini, che prendono il nome di domini di secondo livello (es. mariorossi.it è il dominio di una persona o azienda che presumibilmente si trova in Italia e che si chiama Mario Rossi).
Lo stesso vale per i domini di terzo livello (es. marketing.mariorossi.it, il dominio relativo al settore marketing dell´azienda "Mario Rossi") e così via.
Analogamente a quanto avviene per le persone fisiche, anche in Internet esiste un registro in cui iscrivere i domini. In realtà ne esiste più di uno, poichè ogni dominio di primo livello ha il proprio registro e le proprie regole.

La registrazione non è un´operazione immediata e quindi va considerata una prenotazione. Non è escluso che un dominio adesso disponibile lo sia nei prossimi giorni.
Non bisogna confondere il dominio con il sito internet. Un sito internet è raggiungibile inserendo l´indirizzo nell´apposito spazio all´interno del browser, ma non è sempre vero che ad ogni dominio corrisponda un sito web.
Infatti il dominio individua un indirizzo IP, una macchina sulla quale possono essere in esecuzione uno o più programmi server, e quindi svolgere una o più funzioni, fra le quali le principali sono:

  • web server: è possibile accedere con un browser e visualizzare le pagine del sito;
  • mail server: accedendo alla macchina (server), sarà possibile gestire il proprio server di posta elettronica;
  • ftp server: la macchina (server) mette a disposizione degli utenti uno spazio per prelevare/depositare vari tipi di file.

1

Registrare un dominio


 

Per registrare un dominio segui queste indicazioni:

  • scegli a chi affidarti per registrare il dominio; non puoi farlo direttamente, necessiti di un ente autorizzato alla registrazione dei domini;
  • verifica la disponibilità del dominio scelto; potrebbe essere già registrato e quindi non disponibile, non possono esistere due domini con lo stesso nome;
  • presenta l´eventuale documentazione; non è necessaria per tutti i domini, ad esempio per registrare un dominio con estensione .it devi compilare una lettera nella quale confermi di essere a conoscenza delle regole di registrazione di un dominio .it, stabilite dall´ente responsabile del dominio (nel caso dei domini .it si tratta del NIC).

Se sei interessato all´offerta dei Servizi Web di Tin.it  avrai a disposizione delle procedure online che ti permetteranno di registrare il tuo dominio.


 
2

Regole per la registrazione di un dominio


 

La scelta del dominio deve rispettare alcune regole:

  • il nome deve avere una lunghezza compresa tra i 3 ed i 63 caratteri inclusi;
  • il nome può contenere lettere, numeri e trattini "-";
  • il nome non può iniziare o terminare con un trattino "-";
  • non possono essere presenti due trattini "-" consecutivi.


 
3

I domini di posta - alias e caselle reali


 

Internet non è solamente il web, così un dominio non è solamente l´indirizzo di un sito web.
Il web è forse il servizio più attuale e famoso della Rete, ma il più utilizzato, è senz´altro la posta elettronica.
Infatti, non sempre chi registra un dominio lo utilizza per creare un sito web, ma sicuramente desidera avere un indirizzo di posta personalizzato del tipo info@mariorossi.it.
In questo caso occorre procedere ad una configurazione del proprio client di posta con i dati forniti da chi gestisce i server che ospitano il dominio
Non è detto comunque che un indirizzo di posta personalizzato identifichi esattamente una casella di posta elettronica.
E' possibile infatti utilizzare degli alias di posta. Si tratta di stabilire una corrispondenza tra un indirizzo fittizio, detto alias, del dominio appena creato (es. presidente@azienda.com) e una  casella di posta realmente esistente (es. mario.rossi@tin.it).
In questo modo, la posta inviata all´indirizzo presidente@azienda.com viene indirizzata a mario.rossi@tin.it.


 
4

I siti Internet - lo spazio web


 

Il web è il servizio al quale vengono spesso associati i domini.
Registrare il dominio nomeazienda.com fa immediatamente venire in mente il sito www.nomeazienda.com.
Una volta registrato il dominio, per poter rendere fruibile il proprio sito, è necessario istruire il server affinchè riconosca dove siano effettivamente memorizzate le pagine e tutti i file che lo costituiscono.
Per far questo solitamente sono disponibili due opzioni:

  1. il provider, assegna al sito una parte dello spazio disponibile sulle proprie macchine;
  2. si forniscono al provider le coordinate dello spazio che si desidera utilizzare (spazio gratuito, offerto da altro provider, oppure la propria macchina sempre connessa ad Internet con un indirizzo IP statico ecc...).

La prima opzione offre sicuramente una maggiore sicurezza,  in termini di prestazioni e supporto, infatti per qualsiasi problema si può far riferimento al provider. Tale servizio ha dei costi che possono variare a causa di numerosi fattori:

    • quantità di spazio assegnata;
    • banda garantita o concessa
    • possibilità di utilizzare Database
    • possibilità di utilizzare pagine dinamiche

La seconda opzione è più vantaggiosa dal punto di vista economico, ma è preferibile utilizzarla per un sito  personale. E' sconsigliabile invece per un utilizzo professionale, soprattutto se per fini commerciali, ad esempio un sito con offerta di commercio elettronico.